Un tipico pranzetto alla messicana: la comida corrida

‘Comida corrida’ cioè menù a prezzo fisso

Se cominciassi a sentire un piccolo languorino girovagando per qualche remoto angolo di Messico o in una delle sue popolate città ti assicuro che non sarà difficile trovare dove riempire il tuo stomaco ‘hambriento’ (affamato).. Ma prima di parlarti di piatti tipici della ‘comida corrida’ (che per un italiano corrisponde al menu fisso delle trattorie), cosa che potrebbe farti venire ancora più fame, ti voglio istruire su alcune regole base sul ‘mezzogiorno messicano’

Gli orari per mangiare

Mentre noi italiani abbiamo orari abbastanza fissi per mangiare con tre pasti principali durante la giornata, i messicani scandiscono le ore del giorno in modo un po’ diverso. Intanto si parte dal ‘desayuno’ o ‘almuerzo’ cioè la colazione. Ayuno significa ‘digiuno’..Diciamo che potrebbe riferirsi a troncare qualcosa che si stava facendo…Bene, visto che non sono un grande prof di lingue vi dico solo che i messicani troncano, e alla grande, il precedente digiuno obbligato delle ore notturne. La colazione messicana infatti non prevede assolutamente il cappuccio e cornetto classico degli italiani o le fette biscottate con marmellata. E l’orario per la colazione va dalle prime ore della mattina fino alle 11. Ma visto che stai leggendo questo articolo per parlare di pranzo, procediamo.

Le portate: ‘¿qué le llevamos joven?’

Comida corrida
Comida corrida: il piatto forte, con riso, fagioli e ‘chile relleno’ (peperone ripieno) un po’ piccantino, con aggiunta di panna (crema)

Dalle 13 in avanti si inizia a parlare di pranzo o ‘comida’. Ovviamente se ti presenti a mangiare per pranzo in un ristorante all’una sarai un po’ in anticipo rispetto alla maggioranza della gente del posto ma il lato positivo è che nessuna portata sarà già terminata. In questa occasione, sia i grandi ristoranti che le trattorie ti offriranno due possibilità: il menù ‘a la carte’ – per intenderci, ti portano il volantino con i vari piatti, scegli, mangi e paghi-) o il menù a prezzo fisso o ‘comida corrida’, dove solitamente avrai a disposizione una scelta di due varianti o due possibilità per ogni portata. Il prezzo, quando è economico si aggira intorno ai 45/60 pesos.

Normalmente si inizia con un ‘caldo’ cioè un brodo con pollo o ‘fideos’ (sarebbero spaghetti spezzati, qualcosa di paragonabile alla nostra minestrina). Anche se ti sembrerà inusuale e magari non proprio consono al clima, ti posso garantire che è la miglior maniera con cui tu possa iniziare il pranzo.

food
Per iniziare: Caldo de Verduras

Segue il ‘plato fuerte‘: bistecca di pollo o maiale, raramente di vitello, petto di pollo, impanate o alla griglia che vengono sempre accompagnate da riso, fagioli, insalata, ceci (garbanzos). E ovviamente non potranno mancare le ‘tortillas’, normalmente di mais giallo, belle calde portate a tavola proprio in un contenitore apposta, cioè normalmente coperto con un coperchio. Le stesse tortillas all’interno sono avvolte da un panno, molto spesso dai colori e decorazioni proprie del Messico. Capisci quindi che è essenziale che le tortillas devono rimanere sempre calde. Quando le finite potrete chiederne ancora. Questa è cultura.

Le bevande: ‘¿y para tomar?’

Parliamo del ‘agua’. Normalmente, come già menzionato, la bevanda che accompagna ogni pranzo è succo di qualche frutta diluita con acqua e ghiaccio. Molto ghiaccio. So che da buon italiano, il pensiero di mangiare pollo e riso e berci su acqua di fragola…Non è proprio eccezionale ma questa è la cultura. Comunque potrete sempre chiedere a parte una bottiglia di acqua o una lattina di bibita o perché no una birretta ghiacciata, come faccio io di solito. in verità c’è anche l’opzione di accompagnare il pranzo con caffè americano, diciamo più una bevanda calda al gusto di caffè ma questo dipende dai gusti. Io ormai mi trovo bene anche così e non è poi maluccio.

Il dolce (postre)

Non vi aspettate tiramisù, profiterol e panna cotta…Di solito il dolce consiste in gelatina, molto colorata al gusto di frutta varia. Può piacere o meno. Altre volte può essere un budino o simili. Non sei obbligato a mangiarlo ma per correttezza e per sensibilità verso le persone che hanno preparato, potresti solo chiedere di cosa si tratta il dolce ed eventualmente dire subito che preferisci concludere senza. Così sarà disponibile per altri ospiti.

Che te ne pare della ‘comida corrida’? Io la trovo eccezionale ma ovviamente devi sapere dove mangiare. Prima di entrare in un locale cerca di capire se ci tengono alla pulizia o la trascurano. Guarda le pareti, i tavoli e se possibile la zona della cucina. Piccoli dettagli ti mostreranno subito se il posto vale la pena. E non dimenticarti di guardare i piatti di chi è arrivato prima di te…

Ultimo piccolo suggerimento. Sicuramente quando finirai (dopo aver chiesto ‘la cuenta, porfavor’) altri staranno ancora mangiando. E’ buona abitudine, uscendo dire ‘provecho’ (cioè ‘buon appetito’). Non mi chiedete perché si dice dopo ma funziona così e farete la figura di chi conosce le abitudini locali…

Io ancora di Messico ne ho da viaggiare ma se vuoi sapere dove mangiare a Querétaro puoi dare un’occhiata ad un articolo che parla di dove mangiare bene a meno di 4 euri e dove poter bere un buon espresso.

¡Provecho!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi gli sconti riservati solo per te!!!

 

Iscriviti alla nostra NEWS LETTER per ricevere le ultime novità, le promozioni riservate agli iscritti e gli aggiornamenti del nostro blog.

RICEVI IMMEDIATAMENTE UNO SCONTO DEDICATO PER UN SOGGIORNO!!!

Grazie per esserti iscritto, ti invieremo in anteprima gli aggiornamenti del Blog e gli sconti riservati solo agli iscritti per viaggiare bene spendendo meno!!!

Iscriviti alla mia Newsletter

Mantieniti aggiornato su promozioni.

Se ti iscrivi RICEVI IMMEDIATAMENTE UNO SCONTO DEDICATO PER UN SOGGIORNO!!!

You have Successfully Subscribed!