Querétaro: dove mangiare bene con 4 euri.

food
‘Mangia, paga poco, e te ne vai contento’

Querétaro: dove mangiare bene con 4 euri.

Se ti trovi a Querétaro e comincia a venirti un certo languorino, non hai proprio niente di che preoccuparti. Devi solo decidere cosa vorresti mangiare e quanto vuoi spendere. Sicuramente grazie a questa guida troverai il locale giusto per mangiare bene e spendere poco.

In questo post ti parlerò solamente di ‘comedores’, o trattorie, chiamamoli anche piccoli ristorantini, dove con pochi euro puoi mangiare bene; ma sopratutto, e qui prevengo ogni tuo dubbio, dove io ci sono già stato e magari ritornato. (e se hai sentito parlare della vendetta di Montezuma…Stai tranquillo che ti porto a mangiare solo in posti puliti. Se non sai cos’è la “vendetta di Montezuma” c’è un articolo del La Stampa che ne parlava; leggilo dopo la pausa pranzo..;-).

Cominciamo intanto col dire che quando si parla di pranzo (comida) ci si riferisce ai piatti serviti dopo le ore 13. Tutto ciò che troverete prima, probabilmente si riferisce alla colazione (desayuno o almuerzo). Ovviamente il desayuno non è il nostro cappuccino e cornetto ma solitamente uova in varia maniera, tacos…Chilaquiles…Parlerò di tutto questo in un altro articolo tra qualche giorno.

Quando ti parlo di ‘comida’ mi riferisco a bistecche, milanesi, insalate, zuppe calde, pasta e ovviamente le immancabili salse verdi e rosse (attenzione).

Di solito si inizia con un caldo o una sopa (un brodo o una zuppa) che serve per stimolare l’appetito ed essendo sempre bella calda te le consiglio, anche in climi con temperature piuttosto alte.

Si passa poi al piatto forte, di solito a base di carne di pollo, manzo o maiale accompagnata da riso, insalata, patate, fagioli, ecc.

Da bere ti offriranno sempre ‘agua de sabor’ cioè acqua e succo di frutta varie. In questo caso ti consiglio sempre di chiedere ‘agua en botella’ o un ‘refresco’, cioè una bibita in lattina o bottiglia; è abitudine che insieme alle lattine provvedano anche ‘el popote’ cioè la cannuccia. Tuttavia recenti calcoli additano le cannucce di plastica come le peggiori responsabili dell’inquinamento visto i milioni che se ne usano. Quindi, se posso darti un suggerimento, proprio nell’ottica della salvaguardia dell’ambiente, cerca di non usare cannucce ma semplicemente pulire bene la bottiglia. …Ce ne sono di milioni di quintali sparse per tutto il Messico. Una mano all’ambiente non guasta mai, vero???

Ma passiamo al dunque…

Dove mangiare bene e spendere poco

Vi voglio proporre in questo articolo, dei piccoli ristorantini a conduzione familiare, proprio perché a parer mio fare turismo sostenibile significa anche lasciar perdere le grandi catene del food e cercare le piccole realtà. Ebbene proprio nei piccoli ristorantini potrete scoprire la cultura del Messico, le persone, con tutta la loro vita alle spalle, i loro sguardi e i lori sacrifici.

Io spesso quando mi trovo al centro della città di Santiago di Queretaro, vado a passare la lieta ora del pranzo al Ristorante “La Cocina de Doña Ximena”, dove con meno di 5 euri mangi bene e sano. La trovate in Calle Ezequiel Montes 76 B Nte. angolo con Morelos; dalle 13 in poi è tutto pronto; se arrivate un po’ prima magari ha ancora i fornelli accesi ma saprà comunque accontentarvi anche perché voi siete gente molto adattabile :-). La Cocina de Doña Ximena vi propone menù di 48 pesos con tutto incluso. Non male quindi sopratutto perché il ristorante è pulito e il cibo ben preparato.

Se vi piace la gastronomia tipica sempre sotto i 5 Euri, e che sia sana e buona eccovi serviti: ¡¡¡Tamales!!! Potrete degustare questo piatto a base di farina di mais in una delle migliori tamalerie (forse sto coniando un nuovo termine) di Querétaro. Si chiama Tamales y Atoles Arteaga“. Se volete il top, andate sul sicuro e chiedete uno delle due varietà di tamales oaxaqueños, quello di mole con pollo e quello di pollo in salsa verde. Non sono piccanti, almeno se vi piace il piccante. Se invece col peperoncino ci avete litigato da piccoli allora chiedete consiglio alla signora prima di ordinare. La peculiarità dei tamales della zona di Oaxaca, (Stato del sud del Messico), è di essere cotti a bagnomaria o a vapore dopo essere stati avvolti in foglie di banano; solo scartocciandoli potrete sentire il profumo della clorofilla che dà un sapore tipico a queste squisitezze. Se poi volete esagerare o la fame vi sta divorando, chiedete una torta de tamal, vale a dire un panino con un tamal di farcitura…La goduria è garantita e capirete perché milioni di messicani ogni giorno, già da colazione, si nutrono con pane ripieno di polenta…(In verità polenta non è ma è quello che potrebbe pensare un italiano. come te…E come me prima di mangiarli.)

Anche in Calle Independencia, puro centro, troverai due interessanti proposto proprio una affianco all’altra. La prima è ‘La sazon de mi vieja’. 50 pesos per il menù fisso, ottima cucina ‘casera’ (casereccia) e locale pulito. Ma la cosa più tipica di questo locale è che proprio all’entrata, una simpatica vecchietta a cui non piace che gli si scattino delle fotografie, sforna tortillas di mais azzurro a manetta.

Tortillas di mais azzurro fatte a mano

Hanno un sapore eccezionale e ve le servano caldissime per accompagnare il tuo pranzetto. Anche il personale è cordiale e amichevole. Visto che ci vengono molte persone locali e un po’ meno turisti ve lo raccomando proprio per l’autenticità del luogo e la buona cucina. (io ho mangiato due volte il filetto di pesce; ho pagato doppio ma mi sono tolto lo sfizio)

Il ristorantino a fianco, Calle Independencia num. 40, si chiama ‘Parilla Dannyi’s; non hanno facebook, pagina internet…Ma devi  provare assolutamente la loro cucina. per identificarlo puoi usare anche questa fotografia…

Parilla Danni’S

Ma a Querétaro stanno nascendo anche ristorantini dai sapori d’oltre oceano. Per esempio Kasbah Maroccan Food propone colazioni marocchine a 95 pesos messicani, che comprendono il famosissimo tè marocchino alla menta, datteri, uova secondo la tradizione, pane, mandorle, miele e tacchino, succhi e caffè come bevanda. direi che per 4 euro e poco più ci può stare per un breve viaggio intercontinentale. La musica e l’ambiente vi trasporteranno in un altro mondo.

Immagino che dopo un pranzetto saporito, per un italiano, ma magari anche per altri visitatori, un caffè sia gradito. Personalmente sono sempre e continuamente in cerca di localini e bar dove trovare un buon espresso. Ne ho conosciuto uno in centro (ne parlo anche qui) che offre un ottimo ambiente, un buon espresso e un fantastico shakerato freddo alla siciliana. Si chiama Lemon Tree e lo trovi in un piccolo vicoletto  molto centrale. Se ti va un buon dolcetto prova il pay locale fatto in casa. Ora riposati un attimo e chiacchiera con gli amabili gestori.

Caffè Lemon Tree – Querétaro

Come vedete in Messico non si muore mai di fame di fame in Messico non si muore…Semmai di gola, quello si…

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi gli sconti riservati solo per te!!!

 

Iscriviti alla nostra NEWS LETTER per ricevere le ultime novità, le promozioni riservate agli iscritti e gli aggiornamenti del nostro blog.

RICEVI IMMEDIATAMENTE UNO SCONTO DEDICATO PER UN SOGGIORNO!!!

Grazie per esserti iscritto, ti invieremo in anteprima gli aggiornamenti del Blog e gli sconti riservati solo agli iscritti per viaggiare bene spendendo meno!!!

Iscriviti alla mia Newsletter

Mantieniti aggiornato su promozioni.

Se ti iscrivi RICEVI IMMEDIATAMENTE UNO SCONTO DEDICATO PER UN SOGGIORNO!!!

You have Successfully Subscribed!