Alessio Palazzolo fotógrafo de boda en México, Italia y el resto del mundo

Nicaragua: due buoni motivi per farci le vacanze

Nicaragua

…Essendo un Paese di cui si parla poco, almeno dopo la rivoluzione sandinista degli anni ’70 ho deciso di spiegarvi perché visitare questo paese meraviglioso e accogliente.

Innanzitutto il Nicaragua merita di essere visitato in lungo ed in largo e vi posso consigliare di non passare troppo tempo sdraiati al sole in qualche spiaggia dal sapor caraibico…Per rosolarvi c’è la nostra splendida Sardegna.

Quindi preparatevi uno zaino capiente, e…Bienvenidos en la tierra de lagos y vulcanos!!!

Cosa visitare

Come avrete capito, il Nicaragua è veramente un Paese ricco di cose belle da vedere. Ci sono tantissimi vulcani, la maggior parte ancora attivi e tanti piccoli e grandi laghi.

A proposito di laghi, sicuramente vale la pena dedicare almeno un paio di giorni al lago d’acqua dolce più grande del centro america, il lago Cocibolca o lago Nicaragua. Al centro di questo lago immenso e ben vissuto dalla popolazione locale, potrete ammirare i due vulcani che spiccano in qualsiasi fotografia del lago: Concepción e Madera. L’isola formatasi da antiche eruzioni, Ometepe, potrà ospitarvi almeno per una notte, in una delle semplicissime strutture turistiche.

Che ne dite poi di fare un giro tra le più di 360 piccole isolette del lago Nicaragua? Magari al ritorno non perdetevi questa magnifica occasione.

Ritornati sulla terraferma avrete veramente l’imbarazzo della scelta: città coloniali, lagune, spiagge caraibiche, surf, trekking, canyon, foreste e coltivazioni di caffè vi stanno aspettando.

Una visita alla laguna de Apoyo è d’obbligo sopratutto se siete amanti della tranquillità e della fotografia. Se la visitate al tramonto o alle prime ore della mattina (meglio per evitare poi i pericoli di viaggiare di sera) vedrete questo posto nel momento migliore.

Laguna de Apoyo, Nicaragua

Laguna de Apoyo

Se pensate di spaparazzarvi qualche giorno al sole, allora sicuramente meritate un soggiorno a San Juan del Sur o a Corn Island…Sabbia bianca e palme da cocco sono il paesaggio ideale per dimenticare i tempi e la vita frenetica delle nostre città. Se volete più informazioni potrete visitare il blog del mio amico Matteo, nicaraguayestravel.com. Lui con altri amici, vive li ormai da diversi anni.

Io ho vissuto 6 mesi in Nicaragua ma sopratutto nella zona centrale, esattamente nell’altopiano centrale. Qui potreste scappare per qualche giorno dal caldo tropicale delle zone costiere per un clima un po’ più ventilato e sicuramente meno umido.

Potreste dedicare una bella giornata al trekking a visitare la Foresta Nera nella provincia di Matagalpa ed immergervi nella natura più incontaminata. Potrete vedere con i vostri occhi le coltivazioni di caffè nelle fresche valli interne e sorseggiare una rica taza de cafè local.

Grandi Ficus strangolatori della Foresta Nera, Nicaragua

Ficus strangolatore, Foresta Negra, Matagalpa

Altissimi alberi secolari e folta vegetazione vi aspettano per una giornata veramente indimenticabile. Dedicherò più avanti un post solo per spiegarvi come arrivare alla Foresta Nera e cosa troverete nel vostro soggiorno.

Come arrivare in Nicaragua…

Sicuramente il mezzo più comodo per arrivare in Nicaragua è l’aereo. L’aeroporto internazionale di Managua, la capitale, ospita voli sia da Panama che dal Costarica. Non ho trovato voli diretti dal Messico o dall’Italia ma magari potrete trovare voli diretti da Atlanta o altri aeroporti degli USA.

…Provate il bus

Autobus locali, Nicaragua

Autobus locali che percorrono tutto il Paese

Comunque potreste anche prendervela comoda e prenotare con Ticabus, compagnia di autobus di prima classe del Costarica, che dall’aeroporto di San José (Costa Rica) vi porterà a Managua con una ventina di euri ed in sole quatto ore. Se siete avventurieri potreste anche arrivare dal Messico, dalla frontiera di Tapachula, Chiapas. Se scegliete questo tragitto tenete presente che il viaggio, bellissimo e folclorico, tarderà due o tre giorni e dovrete soggiornare negli hotel convenzionati dove si ferma il bus. Per mangiare, in questo caso, vi consiglio di portarvi tutto in zaino, magari acquistandolo prima di partire…Accettate il consiglio. E non dimenticate di portare voi almeno 5 litri di acqua per tutto il viaggio (a testa). Accettate anche questo consiglio.

Scriverò altri post su questa meravigliosa terra…Per il momento spero che queste poche informazioni vi abbiano fatto venire voglia di viaggiare in una terra un po’ dimenticata ma bella e ospitale.

Next Post

Previous Post

2 Comments

  1. matteo mercadante 26 luglio 2016

    grande Alessio!!! complimenti ancora per il Blog, lineare, pulito e ottime fotografie….farà strada!!

    • alessiopalazzoloph 28 luglio 2016 — Post Author

      Grazie carissimo amico. Ancora di strada ce ne da fare e parecchia comunque grazie dell’incoraggiamento. Speriamo in Messico di poterci dedicare un po’ più di tempo…A presto

Leave a Reply

© 2018 Alessio Palazzolo Photographer

Theme by Anders Norén

So che ti piace viaggiare

Se vuoi ti invio sconti per hotel, ristoranti e trasporti appena li riceva.

Ne ho già uno pronto. Uno sconto per soggiorni in qualsiasi parte del mondo.

Grazie per la tua iscrizione