Alessio Palazzolo fotógrafo de boda en México, Italia y el resto del mundo

Il Ricetto di Candelo: un tuffo nel medioevo…Fiorito

Il Ricetto di Candelo: un tuffo nel medioevo…Fiorito!

Trasportati nel tempo in pochissimi secondi: appena si varca l’entrata del borgo sembra di fare un balzo all’indietro di 600 anni.

Il Ricetto di Candelo infatti, è una fortezza realizzata tra il XIII e il XIV sec. allo scopo di proteggere le derrate e i prodotti della popolazione delle campagne limitrofe dalle incursioni di saccheggiatori.

Furono utilizzate pietre e ciottoli locali, per la maggior parte di provenienza fluviale. Infatti, a poche centinaia di metri dall’attuale ricetto, scorre il torrente Cervo, il corso d’acqua che nasce dalle prealpi biellesi e che ha dato origine alla vallata sottostante.

Attualmente, il Ricetto di Candelo (BI), uno dei borghi più ben mantenuti d’Italia, ospita varie manifestazioni durante l’anno, come, ad esempio, Candelo in Fiore. L’evento prevede la partecipazione dei florovivaisti della zona, che con pennellate di colore, e la maestria acquisita negli anni nella creazione di spazi verdi, addobba il borgo in un tripudio di profumi e vegetazione fiorita.

Ricetto di Candelo addobbato per Candelo in Fiore

Ricetto di Candelo addobbato per Candelo in Fiore

Sicuramente un occasione da non perdere per tutti gli appassionati di storia e giardinaggio visto che la manifestazione è a cadenza biennale.

Come arrivare

Raggiungere Candelo, in provincia di Biella non è per niente complicato: Dall’autostrada Torino-Milano, il casello più vicino è quella di Carisio. Da qui, seguite le indicazioni per Biella e poi per Candelo; in meno di 20 minuti sarete a destinazione. 

Se invece siete camperisti allora ci sono buone notizie. Per visitare il Ricetto di Candelo potrete usare l’area di sosta a pochi metri dal borgo medioevale.

Per altre informazioni sulla viabilità, parcheggi e servizi potete visitare questa pagina.

Torre del Ricetto di Candelo

Torre del Ricetto di Candelo

DUE SUGGERIMENTI:

1 – se arrivate in auto in giorni festivi o durante il periodo delle manifestazioni, non cercate di arrivare in centro direttamente. Dovrete cercare un parcheggio tra quelli indicati perché non avrete nessuna possibilità di trovarne uno vicino al Castello. Comunque non vi preoccupate, qualsiasi parcheggio troverete sarete al ricetto in meno di 10 minuti.

2 – Per le signore: sono banditi i tacchi a spillo visto che tutta la pavimentazione interna al castello è ciottolata…Altrimenti preparate il vostro accompagnatore che dovrà riportavi alla macchina con un carretto medioevale o…A spalla.

Previous Post

Leave a Reply

© 2018 Alessio Palazzolo Photographer

Theme by Anders Norén

So che ti piace viaggiare

Se vuoi ti invio sconti per hotel, ristoranti e trasporti appena li riceva.

Ne ho già uno pronto. Uno sconto per soggiorni in qualsiasi parte del mondo.

Grazie per la tua iscrizione